Capelli

Ricrescita dei capelli, istruzioni per l’uso

Ciò che fino a ieri era un segno di trascuratezza e poca femminilità oggi fa tendenza. E’ il caso della ricrescita dei capelli, quello stacco cromatico che tanto imbarazzo e senso di inadeguatezza ha creato nelle donne prima del 2008. Proprio in quell’anno le prime star, tra cui Madonna e Gwyneth Paltrow lanciarono la strana moda. Oggi la tendenza è dilagata in passerella, dove, nella scorsa stagione, tante righe nere su biondo e chiome bicolor hanno sfilato con disinvoltura.
Eppure, tra le comuni mortali questa tendenza non sembra riscuotere molto successo, anzi. Più che altro le ricrescite non sembrano essere volontariamente esposte, dando così l’impressione di essere una specie di disagio d’immagine.
Sarà che per permetterci un bicolor drastico limitato sulla riga è necessario avere ogni giorno dei capelli perfetti, lucenti e in piega. 
La ricrescita non ammette effetto crespo o capelli sfibrati! E se non potete garantire a voi stesse un trattamento quotidiano mirato forse è meglio lasciar perdere.
E per eviterete tanti malintesi, optate per la 
soluzione proposta da Prada nelle ultime sfilate A/I 2012-13: capelli lunghissime bicolor, metà biondi e metà scuri, bellissimi e a livello cromatico poco impegnativi da abbinare all’abbigliamento.