Casa

Sei in affitto? Interior Design creativo!

Personalizzare la propria abitazione è una passione che ci coinvolge tutti, indifferentemente dal sesso, dalla località geografica e dall’età. Soddisfare il proprio estro da interior designer è possibile per chi vive in una casa o appartamento di proprietà; ma che fare per le tante persone che vivono in affitto, e che non hanno la libertà di imprimere quel tocco personale ai locali dove vivono?
Se vi ritrovate in questa seconda condizione non abbattetevi, qualcosa si può fare ed i risultati possono essere sorprendenti.
Anche con poco. Vediamo qualche aspetto.

Colore.
La prima cosa da fare è dare un po’ di tono a pareti e soffitti. Raggiungerete tranquillamente un accordo con il proprietario per questo tipo di “correzioni”, soprattutto se la scelta dei colori ricade su toni neutri come il bianco, beige, giallino ed altri colori pastello. Con qualche giorno di lavoro la casa ringiovanirà di qualche anno, e se avete la fortuna di incontrare un proprietario molto disponibile, potete azzardare una parete grintosa (ne basta una, magari in soggiorno) rosso sangue o blu notte, per dare carattere e caricare l’atmosfera con una tinta densa. I vostri ospiti resteranno stupiti.

Luce.

Finestre nuove non se ne possono fare, lucernari nemmeno; ma dei nuovi diffusori di luce da soffitto miglioreranno la luminosità dell’ambiente. Osservate e soffermatevi nei negozi di arredamento sulle lampade disponibili, a prescindere dal design di partenza (che purtroppo non avete scelto). Lampade piccole, poste sopra qualche mobile, oppure da terra, ubicate nei punti chiave della stanza, accenderanno il vostro spazio e porteranno via l’attenzione da qualche punto cieco sgradevole.

Pavimento.
La soluzione per il pavimento è unica e non ci si scappa: si chiama tappeto, e se lo volete bello e particolare sappiate che vi costerà molto. Ma è ideale per coprire la moquette della camera da letto, indispensabile per nascondere le piastrelle del soggiorno o il legno troppo stagionato di qualche stanza. Il tappeto vi permette di scegliere il colore con il quale riempire l’ambiente e regala quell’impagabile sensazione tattile di accoglienza e morbidezza.
Per qualche spunto consultate il blog:
http://blogs.tappeti.it/notizie/

Fantasia
.
Tende, separè, mobili, tavolini ed oggetti personali. Tornate bambini, componete e ricomponete, organizzate e migliorate. Dall’appendiabiti in ferro battuto al telefono analogico, dal mobile dei bisnonni all’orologio gigante che ricopre mezza parete; il carattere si vede dal dettaglio.
Se avete qualche suggerimento o volete mostrarci un angolino della vostra casa uscito davvero bene, scriveteci e lo mostriamo a tutti volentieri!