Casa

SOS casa, come trattare e pulire il materasso

Un riposo tranquillo e realmente efficace dipende dalla qualità del materasso scelto e dalla sua coerenza alle nostre esigenze fisiologiche.
Ma come averne cura per assicurargli vita più lunga? Ecco alcuni semplici accorgimenti, per pulire il nostro materasso nel modo corretto.

Eliminare la polvere
Il vero grande nemico dei materassi è la polvere, che colpisce qualsiasi tipo di materiale venga utilizzato.
Periodicamente, dunque, è indispensabile rimuoverla, attraverso un aspiratore a bassa potenza, per non rischiare di rovinare il tessuto di rivestimento.
Limitate l’uso del battipanni, che in caso di certi materiali rischia di provocare eccessivo trauma.

Il lavaggio
Il secondo grande nemico di un materasso dopo la polvere è l’acqua. Lavare il materasso, infatti, è un’operazione davvero complessa perché non riuscirete mai ad essere sicure della sua effettiva asciugatura, con il rischio che l’umidità favorisca il proliferare di muffe e batteri.
In alternativa all’acqua si possono utilizzare spray a secco specifici o nel caso di materassi sfoderabili si può procedere al lavaggio della fodera come da indicazioni del materasso stesso.

L’areazione
Un passaggio fondamentale per assicurare pulizia e lunga durata al vostro materasso è l’areazione.
Ogni tre mesi procedete a ruotare il materasso testa-piedi e ad ogni cambio di lenzuola lasciate al materasso la possibilità di respirare per mezza giornata, meglio se all’aria aperta (ma non esposto al sole).
In questo modo l’intera struttura ne beneficerà e il vostro materasso continuerà a regalarvi sogni tranquilli.