Casa

Spese di Natale, low cost si può

Il Natale, specie in tempi di crisi, corre il rischio di diventare per le famiglie un vero e proprio salasso che di allegro ha ben poco. Per questo, dal centrotavola allo zampone, fino ovviamente ai regali per amici e parenti, ogni centesimo va speso con buon senso.

Ma iniziamo dal primo capitolo, quello delle decorazioni
Addobbi, festoni e statuine sono sempre un bel vedere in cartolerie e supermercati ma quest’anno facciamo nostra la regola del riciclo: diamo un’occhiata alle decorazioni dell’anno passato e cerchiamo di recuperare il recuperabile, magari rinnovando qualche oggetto con cose di uso quotidiano. A volte basta un po’ di colla a caldo, colori, ago e filo per creare dei piccoli e originali capolavori.
Passiamo ai regali
Cerchiamo di evitare lo shopping nel finesettimana: ci risparmieremo stress, nervosismo e soprattutto acquisti compulsivi! Meglio piuttosto prepararci un piano di battaglia per gli acquisti: stabiliamo i regali e il budget da spendere per ogni persona; facciamo ricerche in internet e nei volantini che riempiono le nostre cassette della posta e, solo dopo, andiamo a caccia degli oggetti che abbiamo scelto. Cerchiamo di muoverci in momenti tranquilli, in pausa pranzo o dopo lavoro.
Infine, programmiamo il menù
Evitiamo di far rifornimento di viveri la vigilia di Natale, e come per i regali, prendiamoci per tempo e con calma. Una volta scelto il menu di massima, facciamo buon uso del freezer cogliendo al balzo le offerte da volantino degli alimentari che ci interessano. Se poi abbiamo la fortuna di avere un piccolo orto o parenti agricoltori, lasciamo da parte l’uva bianca e i pomodori e cerchiamo di approfittare di frutta e verdura di stagione.