Casa

Studiare sereni, anche a casa

Assieme alla scuola e all’università, sono iniziate anche le lamentele da parte dei diretti interessati che per studiare in serenità sono costretti ad emigrare in biblioteca per ritagliarsi un angolo di pace, lontano da distrazioni e rumori. E i più piccoli? Per loro non è così automatico spostarsi da casa per fare i compiti. Ma un ambiente confortevole e favorevole allo studio si può creare anche a domicilio.

Basta l’angolo di una cameretta e poche ma semplici regole:
•    Eliminare dal raggio d’azione televisori e videogiochi che potrebbero solo attirare l’attenzione e far perdere tempo.
•    Posizionare la scrivania nel posto più luminoso della stanza. L’ideale sarebbe sotto una finestra. Nel caso non si disponesse di un ambiente ampio, la scelta dell’illuminazione artificiale deve orientarsi verso lampadine non troppo forti. Una a 60W è perfetta se posizionata nel lato opposto alla mano che scrive.
•    Una posizione corretta facilita lo studio, è necessario quindi scegliere sedute ergonomiche che sorreggono il corpo naturalmente senza affaticarlo.
•    Anche l’arredamento e la pulizia dell’ambiente, ovviamente, influisce molto sullo studio. Meglio quindi optare per mobili dai toni chiari e rilassanti, mentre per il colore delle pareti è preferibile una tinta chiara nei toni del verde o del giallo.

Attenzione, un semplice restyling non è sufficiente per mantenere nel tempo l’angolo studio in ordine e privo di distrazioni. Perciò, una volta la settimana, magari facendosi aiutare dai piccoli Einstein, è bene ripristinare la postazione. Magari inizialmente non condivideranno, ma a lungo temine, ve ne saranno grati.