Casa

Un 2014 splendente con una gestione delle pulizie ottimale

Per iniziare con la marcia giusta il nuovo anno, CAD ha pensato di dedicare il primo post del 2014 a  qualche consiglio per semplificarvi la vita nelle faccende domestiche, faticare meno in meno tempo ed avere quindi più tempo per sè. Come? Con una buona organizzazione.

Per fare in modo che lo sporco non si accumuli costringendoti a rimanere rinchiusa in casa a faticare dei pomeriggi interi, specie in occasione dell’arrivo di qualche ospite, è necessario prendersi prima un po’ di tempo per definire un promemoria e dei programmi di lavoro.

Promemoria
Carta e penna alla mano (o se preferisci, un foglio di lavoro excel), dividi il foglio in quattro colonne per i diversi tipi di pulizia: quotidiane, settimanali, stagionali, annuali. Nelle rispettive colonne elenca tutti i lavori dividendoli orizzontalmente per locale (cucina, zona giorno, bagni, zona notte, ecc.). Questo schema ti permetterà di avere una visione completa delle mansioni.

Programma quotidiano
Fanno parte delle quotidiane tutte le pulizie che riguardano superfici, attrezzi, oggetti che sporchiamo durante la giornata. Organizzale secondo i tuoi orari e impegni quotidiani e cerca sempre di attenerti al programma. Sul tuo foglio, cartaceo o elettronico, imposta nelle colonne gli orari e nelle righe il tipo di locale inserendo nella cella la tipologia di mansione.

Planning settimanale
Nelle pulizie settimanali troviamo quelle di pavimenti, grandi superfici, vetri e lampadari. Invece di dedicare un giorno intero per svolgerle tutte insieme (come di solito succede nel weekend) cerca di organizzarle in tutto l’arco della settimana per non ritrovarti con troppe cose da fare tutte insieme.
In questo caso nelle colonne metterai i giorni della settimana, nelle righe ancora il tipo di locale e nella cella la tipologia di mansione.

Planning annuale
Le mansioni con frequenza meno regolare rispetto a quelle con cadenza quotidiana e settimanale, tendono ad essere trascurate, soprattutto quando non è evidente la necessità di eseguirle. Capita in genere di rendercene conto troppo tardi, quando lo sporco è difficile da togliere e richiede più tempo. Per evitare fatiche inutili programmale in anticipo così ti ricorderai anche l’ultima volta che avrai fatto una determinata mansione.
Nel foglio basterà elencare sulle righe il tipo di mansione (ad esempio, “Igienizzare il frigorifero”, “Disinfettare il secchio della spazzatura”, ecc.) e sulle colonne i mesi divisi a loro volta nelle 4 settimane. Nelle celle vuote basterà indicare con una croce la cadenza di ogni mansione.

L’ultimo consiglio è quello, una volta stilato il programma, di attenersi sempre per non perdere il ritmo e la regolarità. Inizialmente sembrerà difficile, ma a lungo termine la casa sarà sempre meno sporca e più facile da pulire in poco tempo.