Corpo e trattamenti

Abbronzatura sicura anche con il pancione

Estate, si sa, è sinonimo di sole e tintarella. Ma non per molte future mamme che, per paura dei rischi legati all’esposizione ai raggi UV, preferiscono rinunciare al relax di un bagno di sole sul lungo mare. Evitare ogni tipo di rischi durante la gravidanza è la priorità, ma seguendo meticolosamente delle semplici accortezze, è possibile minimizzare gli effetti negativi dell’abbronzatura prendendo solo il buono del sole.
Non dimentichiamo infatti che stare all’aria aperta, soprattutto al mare o in montagna, fa incredibilmente bene alla salute e all’umore.

Protezione totale
Uno degli effetti più spiacevoli dell’abbronzatura in gravidanza è la possibile comparsa di macchie brune sul viso, nota come la cosiddetta “maschera della gravidanza”. Per scongiurare la comparsa di questa pigmentazione anomala è fondamentale usare una protezione molto alta, dai 30 ai 50 SPF, senza dimenticare di indossare occhiali da sole e cappello. Per attenuare questo effetto si possono inoltre applicare creme a base di vitamina C che schiariscono la pelle.

 

Idratare 24h su 24
L’esposizione al sole e le alte temperature implicano una naturale disidratazione della cute: la pelle perde in turgore ed elasticità ed appare visibilmente più secca. Per mantenerla idratata e stroncare sul nascere la comparsa di smagliature, è necessario nutrire la pelle più del dovuto (con creme doposole, bevendo tantissima acqua e mangiando molta frutta e verdura) e evitare di esporsi al sole durante le ore più calde della giornata, quindi dalle 11 alle 15.

Godersi l’ombrellone
Lo sapevi che anche all’ombra dell’ombrellone puoi abbronzarti? Certo, non è come la solita tintarella, ma stare al riparo dal raggi solari diretti evita colpi di calore e quindi possibili innalzamenti di pressione, proibiti in modo assoluto durante i nove mesi. Con un buon libro, la rivista preferita, il tablet sintonizzato all’ultimo blog trovato nel web o la compagnia di una cara amica, imparerai ad apprezzare il relax di prendere il sole sotto l’ombrellone.
Passeggiare sul bagnasciuga
Come mantenere una buona circolazione anche sotto il sole? Evitando di restare a lungo nella solita posizione e facendo brevi ma frequenti passeggiate con le gambe immerse nell’acqua. In questo modo, grazie al “massaggio” dell’acqua, riattivi il circolo del sangue. Via libera anche a bagni e nuotate rigeneranti. E sotto l’ombrellone, tieni sempre con te uno spray pieno d’acqua termale per dissetare gambe stanche e pancione.