« Vedi tutti gli articoli

Come scegliere la crema anticellulite

Maggio, voglia di caldo, di mare, di colore ed allegria e di sfoggiare finalmente il proprio fisico.

Maggio, voglia di caldo, di mare, di colore ed allegria e di sfoggiare finalmente il proprio fisico. Non è, infatti, detto che l’inverno abbai necessariamente lasciato segni negativi sul nostro corpo. Se abbiamo mantenuto un’alimentazione corretta, limitando grassi e alcol, e se abbiamo eseguito diversa attività fisica ora ci ritroveremo con un corpo allenato e in forma, pronto per essere sfoggiato.

L’unica cosa che può rappresentare ancora un problema per la nostra forma fisica è la cellulite, un inestetismo che come sappiamo è causato dalla ritenzione idrica e che è davvero difficile da combattere. Ai tanti consigli sull’alimentazione, l’attività fisica e la quantità di acqua da bere durante il giorno, deve essere necessariamente aggiunto qualche consiglio sulla scelta di un trattamento specifico.

Le creme contro la cellulite non possono fare miracoli, ma possono migliorare il tono della nostra pelle e arginare gli antiestetici segni della cellulite. Ma quale scegliere? Cosa deve avere una crema contro la cellulite per essere considerata potenzialmente efficace?

Sostanze che agiscono sull’adiposità
Innanzitutto, una buona crema contro la cellulite deve contenere sostanze capaci di agire sulle adiposità, attivando il metabolismo delle riserve lipidiche presenti sotto il nostro strato cutaneo. Queste sostanze sono le cosiddette metilxantine, come la caffeina. La sua presenza all’interno di creme cosmetiche assicura una riduzione dei lipidi e quindi delle adiposità.

Sostanze simili sono quelle contenute nel guaranà, nel cacao e nel tè verde. Un altro validissimo alleato per bruciare la parte lipidica delle adiposità è lo iodio, contenuto per esempio nelle alghe brune, utilizzate in moltissime creme e fanghi presenti in commercio.

Sostanze che agiscono sulla microcircolazione
Come sappiamo la cellulite non è solo un problema di grassi sottocutanei, ma anche e soprattutto di circolazione e ritenzione idrica. Sostanze come l’ippocastano, l’edera, la centella e il rusco rafforzano i capillari, diminuendone la permeabilità e permettendo quindi un ristagno inferiore dei liquidi. Inoltre, la presenza nel trattamento che utilizziamo di sostanze come la capsaicina da una parte il mentolo dall’altra permettono la vasodilatazione e la vasocostrizione dei nostri capillari, facendo fare loro una sorta di ginnastica che possa riportarli al corretto funzionamento. 

Consultiamo, dunque, le etichette prima dell’acquisto, per essere certe che il prodotto che stiamo acquistando faccia al caso nostro e ricordiamo che perché abbia reale effetto sui nostri inestetismi dobbiamo applicarlo almeno due volte al giorno con uno specifico massaggio.

Tags: cellulite, anticellulite

« Vedi tutti gli articoli

Potrebbero interessarti:

No alla cellulite con i giusti massaggi


Continua a leggere

Nemico cellulite, come combatterlo


Continua a leggere

Potrebbero interessarti:

No alla cellulite con i giusti massaggi
L’estate sembra molto lontana, ma se vogliamo ritrovare la forma fisica senza diete drastiche dobbiamo pensarci fin da subito.

Continua a leggere

Nemico cellulite, come combatterlo

Anche quest’anno è iniziata una cruenta crociata contro l’inestetismo che colpisce più donne al mondo: la cellulite.

Continua a leggere

Cellulite? No grazie! Ecco come combatterla

Torna l’estate e come ad ogni inizio di stagione estiva si torna a parlare di cellulite, il più acerrimo nemico di noi donne.

Continua a leggere

Negozi

Volantino

Card

Newsletter

Concorsi