Corpo e trattamenti

Solari: date di scadenza

Come il cibo anche i solari hanno una data di scadenza. Infatti, solitamente possono essere utilizzati fino a 3 anni dall’apertura. Questo vuol dire che anche la prossima estate potrai utilizzare il solare che hai comprato quest’anno. Nonostante questo, a causa delle condizioni di conservazione, è sempre meglio cambiarlo ogni anno.

Caddy’s Tip: è caldamente consigliato di non smettere di utilizzare l’SPF tutto l’anno, infatti in inverso, anche se non li vediamo, i raggi del sole sono sempre presenti.

Come conservare la protezione solare

Essendo un prodotto applicato ovunque, è fondamentale che abbia una buona qualità e che protegga la pelle al meglio. Infatti, ingredienti scaduti possono creare maggiore sensibilità cutanea ed esporre a bruciature da abbronzatura, infiammazioni, macchie solari ma aumentare anche il rischio di tumore alla pelle.

Per mantenere l’integrità del tuo SPF evita di esporlo a una temperatura eccessiva oppure metterlo a contatto diretto al sole. Puoi proteggere il flacone mettendolo nella borsa oppure arrotolandolo con un asciugamano. Sarebbe anche utile conservare il flacone in una parte della casa asciutta e poco esposta al sole per non comprometterne gli ingredienti.

È importante guardare sempre la data di scadenza quando si compra un qualsiasi prodotto. Un solare scaduto riduce la sua efficacia di proteggere la pelle dai raggi UV. Anche se l’ingrediente SPF attivo può essere tecnicamente ancora utilizzabile, oltrepassare la data di scadenza può cambiare la formula del prodotto e diventare nocivo per la pelle.

Visto che la giusta pratica sarebbe quella di utilizzare la protezione tutto l’anno, un flacone dovrebbe durare massimo un anno.

Quando è il tempo di sostituire il tuo solare          

Se il solare è esposto a un calore elevato, questo può influire sull’efficacia del prodotto. È importante controllarne sempre la consistenza, se infatti inizia ad essere più denso oppure se forma grumi è il caso di buttarlo.

Anche l’odore e il colore sono dei fattori indicatori per poter determinare con esattezza l’integrità di un solare. Se l’odore cambia, significa che è stato probabilmente contaminato da batteri. Invece, se il colore cambia può essere segno di una miscela andata male.