Food Trends

Bye bye dolcezza. Addio zucchero bianco

Lo zucchero rappresenta una minaccia per ogni donna in dieta. Se bianco poi, anche per qualsiasi persona attenta alla propria salute. Eppure questo dolcificante è il più comunemente usato, anche se da qualche tempo, viene chiamato “veleno bianco” ad indicarne la pericolosità.
Lo zucchero bianco, infatti, è il prodotto di una lunga trasformazione industriale che inizia dal succo della barbabietola o della canna da zucchero per arrivare una sostanza innaturale dalle caratteristiche tossiche.
Usato direttamente come dolcificante o ingerito assieme a moltissimi cibi e bevande, per poter essere assimilato lo zucchero ruba vitamine e sali minerali al nostro corpo, causando così svariati effetti negativi sull’organismo: primo fra tutti sbalzi glicemici e ormonali, e poi perdita di calcio, indebolimento dello scheletro e della dentatura,
Quello dello zucchero è un problema molto spesso ignorato, non per scarsa informazione (che invece circola largamente in internet), ma per pigrizia. E’ difficile sostituire la dolcezza dello zucchero con altre sostanze poco conosciute e altrettanto poco rassicuranti in termine di potenziale zuccherino.
In realtà, ci sono parecchie alternative (zucchero di canna integrale, miele, sciroppo d’acero, melassa, sciroppo di mele, succo d’agave, amasake, stevia) che a tutti gli effetti dolcificano meno ma in modo più sano. All’inizio è difficile cambiare, anche perché la percezione del dolce è deviata dall’assuefazione e dalla dipendenza creata dallo zucchero bianco, ma una volta abituati, non tornerete più indietro.