Food Trends

SOS mamma: cosa può mangiare il tuo bebè?

Una guida per la giusta alimentazione del tuo bambino

Il momento dello svezzamento è un passo importante per il tuo bebè, ma non solo per lui. Dare al tuo bimbo i primi bocconi, specialmente se si ha a che fare con il primo figlio, è sempre una sfidante. Si ha paura di dare al bimbo qualcosa di sbagliato o di fare le cose nel modo errato. Per questo motivo è importante conoscere alcuni punti importanti sull’alimentazione del tuo piccolo.

Da dove iniziare?

Solitamente l’unico alimento che i bambini consumano nei loro primi mesi di vita è il latte, questo fino ai primi 4-6 mesi. I ricercatori suggeriscono di iniziare lo svezzamento con frutta, verdura e determinati cereali come riso e avena. Alcune volte può succedere che nuovi sapori non siano del tutto graditi dal tuo bebè ed è molto importante non rinunciare al primo tentavo. Riprova ogni 2-3 giorni anche con una piccola quantità per abituarlo al sapore.

Latte della mamma 

Dalla nascita del bimbo fino ad almeno i primi 6 mesi, l’unico alimento consumato dai neonati è il latte. L’alimentazione della madre influenza la qualità del latte del bambino per questo è necessario assumere una dieta bilanciata che includa una grande quantità di verdura e frutta. Inoltre, vi consigliamo di evitare alimenti come ad esempio il caffè oppure i frutti di mare in quanto possono contenere una quantità elevata di mercurio e limitare l’assunzione di alcool.

Frutta

A detta del pediatra la frutta è il primo alimento da dare al tuo piccolo. Prediligi sempre la fretta di stagione e quella BIO all’inizio dello svezzamento. Se ne hai la possibilità la cosa migliore da fare è produrre le pappe in casa, inizia con la mela e in seguito introduci la pera e la banana. Ti basterà sbucciare la frutta, tagliarla e metterla nel frullatore. Che bontà!

Se le cose fatte in case non sono il tuo forte, tieni conto che gli omogeneizzati di frutta contengono limone, un conservante naturale utilizzato per mantenere fresco l’alimento. Questo potrebbe turbare il tuo piccolo che, non ancora abituato a sapori così forti, potrebbe inizialmente rifiutarsi di mangiare.

Verdura

La verdura è il secondo alimento da introdurre nell’alimentazione del tuo bebè. Infatti il sapore neutro o amaro potrebbe, se introdotto all’inizio, rendere più difficile lo svezzamento. Puoi utilizzare lo stesso procedimento consigliato per preparare la purea di frutta. Ricorda solo che è un alimento che potrebbe essere un po’ più difficile da introdurre.

Dai 6-10 mesi: la purea di carote, zucchine e patate dolci.

Dai 10-12 mesi: iniziare a dargli da mangiare cibo a cubetti e facilmente masticabili (es. patate, piselli)

Riso e cereali

Il Riso e l’ avena sono i primi cereali che un bambino dovrebbe assumere in quanto contengono la minor quantità di allergeni possibili. Sono quindi cereali affidabili.

Ricordati di introdurre un solo alimento per volta, lo svezzamento non è essenziale solo per introdurre una nuova alimentazione nel bebè, ma anche per escludere eventuali allergie o crearne di nuove. Inoltre, è assolutamente necessario dare al tuo bambino ingredienti di prima qualità in quanto tutti i nutrienti che assumono ora sono quelli necessari per la loro crescita.