Lifestyle

50 sfumature di grigio. Il caso editoriale dell’anno

Certe cose succedono e basta senza una reale ragione, senza una giusta e completa spiegazione. Quello che ha scatenato la scrittrice britannica E.L. James è stato uno di quei fenomeni no-sense che ha mosso (e scosso) migliaia di donne rendendo il primo capitolo della trilogia erotica “50 sfumature di grigio” un caso editoriale da ricordare.

Protagonisti un giovane miliardario, una studentessa innocente e una buona dose di sesso estremo condito con frustini e manette: una storia alquanto sufficiente, ma descritta lungamente e con cura.
E tanto è bastato per i 10 milioni (maggior parte donne) negli USA che in sole sei settimane hanno acquistato il libro, scatenando una febbre letteraria che ha oltrepassato l’oceano arrivando anche in Italia, dove il titolo ha raggiunto il primo posto per i libri stranieri. Come? Passaparola e curiosità – femmina – hanno contribuito notevolmente, facendo in modo che tutte ne parlassero: dalle donne manager alle casalinghe, dalle showgirl alle studentesse, senza distinzione d’età e di classe sociale. E poco importa se oltre al contenuto hot e alla momentanea trasgressione resta poco. Anche della donna.

E voi l’avete letto? Fateci sapere cosa ne pensate!