« Vedi tutti gli articoli

Orti urbani, una moda che fa bene alla salute e all’ambiente

Fenomeno di tendenza e di grande successo, è una delle mode più utili degli ultimi tempi. Stiamo parlando degli orti urbani, di quelle piccole oasi nascoste fra grandi tangenziali, enormi centri commerciali e palazzine pullulanti di impiegati. 


Fenomeno di tendenza e di grande successo, è una delle mode più utili degli ultimi tempi. Stiamo parlando degli orti urbani, di quelle piccole oasi nascoste fra grandi tangenziali a quattro corsie, enormi centri commerciali e palazzine pullulanti di impiegati. 
Questi angoli di paradiso popolando terrazze, balconi e cortili cittadini, rappresentano uno spiraglio di sopravvivenza non solo da un punto di vista ambientale. L’orto urbano, infatti, non solo costituisce una valida alternativa alla grande agricoltura intensiva basata su ritmi di coltivazione innaturali e utilizzo massiccio di fito-farmaci, ma è anche un ottimo modo per vivere “lenti”.
Per coltivare un piccolo fazzoletto di terra serve molta pazienza e dedizione, eppure i risultati che si possono ottenere in pochi centimetri sono impagabili a livello di soddisfazione.

Ma come iniziare, come diventare contadini metropolitani?

Basta uno spazio minimo, anche una fioriera da un metro per 50 va benissimo per cominciare a far pratica. Per la terra e il concime, rivolgiti ad un vivaio, evitando il terriccio universale che a livello di sali minerali è piuttosto povero.
Gli attrezzi di base che ti devi procurare sono: vasi di terracotta, sottovasi, guanti, palette, forbici e annaffiatoio. 
Per la scelta delle piante, prediligi specie autoctone, in modo di assicurarti una percentuale di successo maggiore.
Giugno è il mese ideale per seminare ortaggi come broccoli, pomodori, carote, indivia, zucchine, cetrioli e fagioli, ma anche per piante aromatiche come il prezzemolo.
Una volta seminato, l’accorgimento più importante è l’irrigazione: nelle stagioni calde è importante non dimenticarsi di annaffiare ogni sera (meglio i momenti in cui le temperature sono basse, per evitare di far “scottare” le foglie).
Ultimo consiglio: cerca un social network di ortolani per assicurarti un buon raccolto. Noi ti suggeriamo Grow The Planet: un social network che ti permette, oltre che di scambiare info utili, di condividere prodotti, sementi, visite e assaggi.

Tags: arden, grow the planet, orto, urbang, urbano, vivere lenti

« Vedi tutti gli articoli

Potrebbero interessarti:

Come coltivare con successo il proprio orto


Continua a leggere

Potrebbero interessarti:

Come coltivare con successo il proprio orto

Coltivare il proprio orto, sul terrazzo, sul davanzale, sul pianerottolo di casa è ormai diventata una moda alla portata di tutti, sostenibile, facile e divertente. Lavorare la terra e veder crescere i propri frutti, sani e genuini, è una vera goduria per il palato, per la mente e pure per il portafoglio!

Continua a leggere

Negozi

Volantino

Card

Newsletter

Concorsi