Lifestyle

Ponte dell’Immacolata. Breve ma suggestivo, con i mercatini di Natale

Sfortunatamente il giorno dell’8 dicembre quest’anno cade di sabato e il ponte dell’Immacolata si ridurrà a due giorni. Ma per non renderlo un normalissimo week end come tutti gli altri, facciamo qualcosa di speciale! Andare per mercatini di Natale è un occasione unica e suggestiva per respirare quell’atmosfera tipica delle feste natalizie, tra bancarelle piene di luci, golosità di ogni genere e tanti oggetti e prodotti tipici da regalare e per la casa.

I più famosi sono quelli in Alto Adige: a Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno. Questi mercatini sono tra i più folkloristici e tradizionali proprio per la vicinanza con la Germania, la patria dei mercati di Natale. Negli stand in legno, il profumo di strudel e cannella, la colorata e calda lana cotta e le mille luci di candela sparse ovunque trasportano subito nei paesi nordici, dove il Natale è sempre un po’ più magico.

Anche il Trentino regala tanti appuntamenti per gli amanti di queste manifestazioni: quello più importante è il mercatino di Trento aperto fino al 24 dicembre, dove trovare sapori e prodotti tipici a tante idee per gli addobbi natalizi. Fino al 6 di gennaio, invece, dall’altra parte delle Alpi, ad Aosta c’è un villaggio alpino dedicato interamente al Natale, il Marché Vert Noëldove acquistare specialità del territorio e oggetti in legno.

Per chi ama la cioccolata e le nocciole del Piemonte, immancabile invece il mercatino a Km zero di Govone, in provincia di Cuneo, dove il viale che circonda il castello del paese ospita bancarelle e stand con le migliori eccellenze artigiane e gastronomiche.

Certo, i mercatini di Natale più tradizionali sono quelli in nord Italia, ma visto che il ponte quest’anno sarà breve, non temete: negli ultimi anni anche i capoluoghi delle provincia (ad esempio Napoli, Bologna, Milano, Lecce) offrono delle manifestazioni a tema per degustare prodotti enogastronomici e acquistare idee regalo.