Make Up

Il blush, come sceglierlo e applicarlo

Il blush è un elemento davvero importante per il nostro make up quotidiano. Anche coloro che optano per un make up naturale e ridotto al minimo in termini di tools, non possono rinunciare al blush, in grado di definire i tratti del nostro viso e di illuminare le giuste zone.
Ma capiamo bene come va scelto e dove va steso.

La nuance del blush va, ovviamente, scelta rispetto al nostro incarnato.
Se il vostro incarnato è molto molto chiaro, i colori ideali che vi illumineranno assicurandovi comunque un effetto naturale sono il rosa, dalla versione antica a quella più flou, e il pesca.
Il primo è un colore piuttosto freddo, che vi restituirà un effetto molto elegante. Il secondo è un colore più caldo, da preferire soprattutto nel caso di sottotoni che tendono all’arancione o al giallo.

Se, invece, avete un incarnato piuttosto neutro, che in questi mesi invernali è ovviamente più pallido, optate per tonalità albicocca, malva o frutti di bosco.
Tre incroci rispettivamente tra rosa e arancio, rosa e prugna e rosa e rosso. I primi due sono più facili da utilizzare perché più naturali, nel terzo caso è necessario prestare attenzione alla quantità di prodotto per non rischiare di esagerare.

Spesso siamo convinti che avere una carnagione scura faciliti qualsiasi operazione di make up, ma non è così. Il rischio di risultati eccessivi è davvero alto con una carnagione olivastra. Per andare sul sicuro puntate su tonalità bronzee. Quel che a voi serve, infatti, non è tanto dare colore ad una carnagione già molto colorita, quanto illuminarla e queste nuance tono su tono giocano a vostro favore.

Ma dove applicare il blush per un risultato perfetto? La sua corretta applicazione va da metà guancia fino alla tempia, per zigomi valorizzati e tratti più intensi.