Salute e Benessere

5000 passi al giorno tolgono il medico di torno

Fare 5.000 passi ogni giorno (una passeggiata di circa 3 chilometri) aiuta a mantenersi in salute e a dimezzare il rischio di morte. Parola dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che ha di recente pubblicato uno studio sulle conseguenze per la salute di uno stile di vita sedentario, tra cui patologie cardiovascolari (ipertensione, cardiopatie e ictus cerebrali), diabete, cancro, osteoporosi.
Camminare quindi fa bene, e non solo alla salute: in tempo di crisi usare le proprie gambe e i mezzi pubblici anziché l’auto, fa risparmiare in media 700 euro l’anno!

Per avere un riscontro immediato sul proprio benessere la passeggiata dev’essere a passo sostenuto e costante, ma non una corsa. Camminare e correre producono entrambi dei benefici, ma secondo una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology  dell’American Heart Association evidenzia come una camminata veloce riduca di più il rischio di malattie cardiache rispetto alla corsa, a parità di energia spesa. Inoltre camminare ha anche degli altri vantaggi rispetto al correre: riduce il rischio di pressione alta, diminuisce il colesterolo alto e per le persone non proprio sportive, evita traumi muscolari e alla colonna vertebrale. È proprio il caso di dirlo, chi va piano, va sano e va lontano. Basta una mezz’oretta al giorno!