Salute e Benessere

Sport e alimentazione: impariamo a coordinarli

Per molte persone che non praticano sport a livello agonistico, ma si tengono in forma regolarmente, l’alimentazione non è sempre curata in funzione dell’attività fisica. Così spesso rischiano di azzerare o quasi tutti i benefici di jogging, fitness e palestra con scelte e abitudini alimentari scorrette.
Tra queste, sicuramente la convinzione che praticare sport subito dopo un pasto aiuti a smaltire le calorie ingerite. Niente di più sbagliato: in realtà dopo mangiato il corpo fa affluire sangue ed energia allo stomaco impegnato nella digestione; un’attività fisica svolta dopo un pasto risulta essere particolarmente stressante per l’organismo impegnato a irrorare sangue su più fronti, sul sistema muscolare e sull’apparato digerente.
Ecco che prima di fare sport è meglio mangiare light per non appesantire l’organismo: ok frutta e yogurt oppure un panino integrale con prosciutto magro; vietati invece cibi lunghi da digerire come la pizza e cibi conditi con oli e grassi.

E’ comunque molto importante adeguare l’alimentazione in base all’orario della nostra attività fisica. Ecco le diete ideali in funzione di quando si fa sport:

Per chi pratica sport al mattino presto
Per chi si allena al mattino, ad esempio con il jogging, è sufficiente una spremuta d’arancia. Ma se la corsa dura più di 40 minuti, allora occorre mangiare qualcosa prima di iniziare. Ottimo del pane con marmellata: i carboidrati forniscono energia a lento rilascio e il dolce evita cali di zucchero. Finito l’allenamento ci si può concedere una colazione normale con tè o caffè, yogurt, succo di frutta e un panino.

Per chi fa attività fisica in pausa pranzo o prima di cena
Chi fa nuoto o altra attività fisica in pausa pranzo può fare una colazione normale e poi verso le 11.00 uno spuntino leggero con un frutto fresco, uno yogurt oppure un succo di frutta. Una volta conclusa l’attività è consigliabile fare un pranzo a base di carboidrati (esempio riso o pasta con verdure) che forniscono energia per il resto della giornata.
Chi fa sport la sera, prima della cena, a questi due pasti deve aggiungere anche una merenda leggera come quella della mattina e dopo l’attività fisica invece prevedere una cena a base di proteine, carne o pesce, sempre e comunque non troppo condita.

Per chi preferisce muoversi dopo cena
In questo caso oltre ad una bella colazione e ad una merenda a metà mattinata, è meglio mangiare proteine a pranzo, carne e pesce con contorni light a base di verdure. Nel pomeriggio, è ok uno spuntino con una banana, mentre la sera, la cena prima dell’allenamento (che comunque dev’essere almeno un’ora e mezza prima) dev’essere a base di carboidrati: perfetti 70 grammi di pasta o riso conditi solo con verdure oppure in bianco con un po’ di olio extravergine. E se dopo l’allenamento si ha ancora fame, ci si può concedere un gelato alla frutta.