Salute e Benessere

Stop al freddo, con la beauty routine invernale

Le rigide temperature sono arrivate e cominciamo a sentirne già gli effetti. Non solo sul nostro umore, che sogna le calde temperature estive, ma anche e soprattutto sul nostro corpo, messo a dura prova specialmente in alcune zone. 

Le zone più a rischio di disidratazione durante l’inverno sono le orecchie, il viso, le mani e i piedi. Il minor afflusso sanguigno, infatti, genera una conseguente minore nutrizione. Ecco perché compaiono, specialmente in queste zone, secchezza, arrossamenti e fastidi come pruriti o sensazione di pelle rigida

Per quanto riguarda le orecchie, cerchiamo di proteggerle il più possibile dagli sbalzi di temperatura attraverso l’utilizzo di berretti o fasce calde e riparanti, accessorio molto di tendenza nelle stagioni fredde. Inoltre, non dimentichiamoci di loro quando dopo la doccia applichiamo sul nostro corpo la crema nutriente. Un velo di crema aiuterà la sottilissima pelle di questa zona a non screpolarsi. 

Altro problema riguarda, invece, il viso.
Esso, infatti, è particolarmente esposto al freddo, non avendo proprio modo di coprirlo più di tanto quando passiamo del tempo all’aperto. Ecco perché utilizzare creme particolarmente idratanti è fondamentale per prevenire la comparsa di pelle secca e arrossata, mentre quelle lenitive per pelli sensibili ci assicurano una diminuzione dei fenomeni già manifestatisi. 

L’applicazione del make up non può in alcun modo essere vista come sostitutiva di un corretto trattamento protettivo, anzi. Se applicate il vostro make up direttamente sulla pelle, senza prima applicare una crema specifica o una base, rischiate che i prodotti make up secchino ulteriormente la vostra pelle, con il conseguente effetto a squame. Infine, adottate una detersione non troppo aggressiva, sia di mattina che di sera, per non rischiare di irritare ulteriormente la pelle. 

Per quanto riguarda mani e piedi i problemi possono aumentare ulteriormente, considerando che essendo le estremità del nostro corpo soffrono ancor di più il rallentato arrivo del sangue e si possono generare fastidiosi fenomeni come tagli e geloni. In questo caso è fondamentale la protezione quando siamo fuori casa, con guanti, calzini e scarpe in grado di isolarci dalle rigide temperature. Ma quando siamo in casa la cura deve continuare, per far ritrovare a mani e piedi il giusto equilibrio. 

Se vogliamo agire a favore della nostra circolazione possiamo eseguire dei bagni alternati in acqua calda e fredda, in modo da riattivare la microcircolazione del sangue. 

Successivamente dobbiamo prenderci cura della pelle. Le mani si screpolano inevitabilmente e i piedi pure, complice il contatto continuo con calzini e scarpe chiuse. Ecco perché creme nutrienti o ancor meglio un burro corpo dall’azione ancor più idratante diventano fondamentali, applicati sia alla mattina che alla sera, meglio subito prima di andare a letto, così la loro azione sarà più durevole nel tempo.