Senza categoria

Pulizia dei denti a casa come dal dentista

Sebbene fin da piccoli ci abbiano insegnato l’importanza dell’igiene orale, sono ancora tante le persone che non sanno come prendersi cura dei denti.

Mantenere gengive sane e denti bianchi di certo non è una passeggiata, ma non un’impresa impossibile. Come tutte le abitudini per assimilarle bisogna farne una routine.

Oggi scoprirai come avere dei denti bianchi e sani proprio come dal dentista grazie a semplici accortezze.

Quale spazzolino è meglio utilizzare?

In molti danno per scontato la scelta dello spazzolino, tuttavia non tutti sanno che l’80% del lavoro la fa lui! Infatti è quest’ultimo che strofina e “spazzola via” lo sporco che c’è in bocca. Prima di tutto è bene sapere che uno spazzolino che va bene per una persona non è detto che lo sia per un’altra.

Lo spazzolino va scelto in base alle proprie necessità oltre che per abitudine personale. Prediligi spazzole non troppo dure, per i denti sensibili sono più indicati spazzolini con spazzole morbide e flessibili. Mentre manico e testina devono essere ottimi alleati in grado di darti il giusto sostegno e libertà movimento, per poter spazzolare le aree più difficili da raggiungere. Inizia dall’attaccatura delle gengive e con un movimento deciso spazzola verso il basso, ripeti i passi per ogni dente.

 I dentifrici sono tutti uguali?

 Prima di tutto è bene capire le condizioni dei nostri denti e gengive per poi decidere qual è il risultato che si vuole ottenere. Non esistono dentifrici migliori di altri: ciascun dentifricio contiene principi attivi differenti e azioni diverse, per questo ti consigliamo di averne più tipologie in casa.

In caso di gengivite è meglio utilizzare uno dentifricio specifico per gengive irritate e sensibili. Se il tuo problema sono i denti sporchi di fumo o caffè, un dentifricio ad azione sbiancante per avere denti bianchi e sani per tutta la giornata è la soluzione.

Durante la giornata utilizza dentifrici non troppo aromatizzati mentre la sera prima di andare a letto lavati i denti con un dentifricio a prova di tartaro e carie. Per finire, una sciacquata di collutorio.

Il filo interdentale si usa dopo mangiato?

 Il filo interdentale è un prezioso alleato dello spazzolino, e in teoria dovrebbe essere utilizzato più di una volta al giorno. Eppure in tanti saltano questo passaggio che i dentisti definiscono fondamentale per una corretta igiene dentale.

L’ideale sarebbe portarlo sempre con sé e utilizzarlo dopo aver mangiato in modo da togliere i residui di cibo si depositano tra i denti. Si suggerisce di utilizzare il filo interdentale partendo dai denti posteriori, terminando con i molari.

Caddy’s Tip: crea il tuo beauty da portare al lavoro, ti servirà solamente uno spazzolino e un dentifricio (puoi optare per i travel kit). Fanne un’abitudine anche dopo la paura pranzo e i tuoi denti brilleranno.